Direzione Soelden: a Hintertux per presentarsi al top in Austria le azzure di sci alpino

Hintertux, in Austria, attualmente è il teatro del gruppo élite femminile della squadra azzurra femminile di sci alpino: qui, si sta realizzando un vero e proprio prologo per presentarsi al meglio all’esordio di Coppa del Mondo di Soelden previsto, salvo variazioni, per sabato 17 ottobre con le ragazze che, come detto in altri articoli, daranno il via alle competizioni alpine iniziando un giorno prima dei ragazzi.

Da oggi sino a venerdì 2 ottobre, Marta Bassino, Federica Brignone e Sofia Goggia, Roberta Melesi, Laura Pirovano, Luisa Bertani e Valentina Cillara Rossi saranno a disposizione degli allenatori per entrare nel vivo della preparazione e risultare al top ai semafori verdi tra qualche settimana per la Coppa. Gruppo che verrà arricchito a partire da domani anche dalle ragazze dello slalom con Irene Curtoni, Lara Della Mea, Martina Peterlini e Marta Rossetti.

Il Passo dello Stelvio invece, sempre da oggi sino a venerdì, sarà il protagonista con Elena Curtoni, Nadia Delago, Nicol Delago e Verena Gasslitter, per la preparazione delle polivalenti.

Frattura composta al malleolo destro per Tonetti: niente esordio a Solden in Coppa del Mondo

Riccardo Tonetti under Storslalomtävlingen i Åre 2018 – Own Work by Andreaze

Non buone notizie sono arrivate negli scorsi giorni da Zermatt, teatro in cui si stava allenando Riccardo Tonetti in super-g il quale, a seguito di una caduta, ha riportato una serie di infortuni: oltre una frattura al primo metacarpo della mano destra ed un trauma costale, se ne aggiunge anche uno alla caviglia che, di conseguenza a seguito di quanto risultato dagli esami realizzati, lo terrà lontano dall’esordio di Solden fra poco meno di un mese per la Coppa del Mondo. Ecco la nota della FISI:

Gli ulteriori accertamenti a cui è stato sottoposto Riccardo Tonetti, dopo la caduta in allenamento a Zermatt, hanno evidenziato la frattura composta del malleolo peroneale destro. ” (Continua su: https://www.fisi.org/sci-alpino/news/21901-commissione-medica-fisi-anche-una-frattura-composta-al-malleolo-destro-per-tonetti-che-saltera-soelden)

Discesa Libera fa un grande in bocca al lupo e rivolge tantissimi auguri a Riccardo di pronta guarigione affinché possa tornare al più presto sulle piste tornando a sciare come sa fare, cercando di regalare emozioni a tutti noi che guardiamo con affetto le performance dei nostri fuoriclasse a tinte azzurre.

Saas Fee in salsa azzurra: prosegue il lavoro degli atleti azzurri di sci alpino

Luca De Aliprandini 2010 – Source Own work – Author Christian Jansky

Prosegue il lavoro degli atleti azzurri dello sci alpino in vista dell’esordio stagionale di Coppa del Mondo previsto per Solden. Secondo la nota della FISI i specialisti dello slalom gigante Giovanni Borsotti, Daniele Sorio, Roberto Nani, Hannes Zingerle, Luca De Aliprandini a cui si aggiunge lo slalomista Tommaso Sala, dalla giornata di ieri sono a disposizione dei tecnici azzurri sul ghiacciaio di Saas Fee, in terra elvetica, sino a questo sabato per affinare la confidenza con gli sci sulle suggestive e splendide nevi svizzere.

Non solo Coppa del Mondo però, perché nella stessa località da domani sino a martedì prossimo, il 29, saranno immediatamente operativi gli specialisti del tecnico del team di Coppa Europa maschile con Matteo Franzoso, Pietro Canzio, Martino Rizzi, Giovanni Franzoni, Tobias Kastlunger, Giulio Zuccarini e Simon Talacci con il direttore tecnico giovanile Massimo Carca e gli allenatori Devid Salvadori e Max Blardone.

Presenti anche i velocisti con Guglielmo Bosca, Davide Cazzaniga, Nicolò Molteni, Florian Schieder, Federico Simoni e Pietro Zazzi con i loro tecnici Lorenzo Galli e Patrick Staudacher.

Coppa del Mondo di sci alpino femminile 2020: istruzioni per l’uso

Ledecka
Foto: Stefan Brending, Lizenz: Creative Commons by-sa-3.0 de

Ieri abbiamo presentato quello che sarà lo scenario della Coppa del Mondo 2020/21 di sci alpino maschile, oggi invece è il turno delle ragazze le quali naturalmente anch’esse, si stan preparando alla grandissima per regalare spettacolo per una nuova stagione entusiasmante, con il sigillo del detentore che porta il nome della nostra, splendida, Federica Brignone che nella stagione che ci siamo da un paio di mesi lasciati alle spalle, ha messo in fila le avversarie e ha conquistato il più ambito dei trofei.

Andranno in onda (Salvo spostamenti e annullamenti per condizioni meteo) 35 gare (7 discese libere, 4 supergiganti, 9 slalom giganti, 9 slalom speciali, 3 combinate, 3 slalom paralleli), in 21 diverse località.

Start il 17 ottobre, esordio assoluto ancor prima degli uomini impegnati il giorno dopo, a Solden sul Rettenbach con il gigante, terra austriaca che replicherà dopo poco meno di un mese il 14 novembre a Lech per il primo parallelo stagionale, naturalmente niente nemmeno qui tappe nordamericane causa Covid19, e secondo appuntamento stagionale che sarà lo slalom speciale del 21 novembre a Levi, sulla Levi Black ovviamente.

Anche qui affollatissima la lista di impegni nel mese di dicembre : la prima settimana sarà a tinte elvetiche a S. Moritz: 11, 12, e 13 dicembre spettacolo con rispettivamente discesa libera, super-g, e parallelo per un grande esordio della velocità, mentre la seconda settimana si vola in Francia per la tre giorni di Courchevel nei giorni 15, 16, e 17 per due giganti di fila e uno slalom speciale per chiudere in bellezza per una bella abbuffata di tecnico; 19 e 20 dicembre appuntamento ancora in Francia in Val-d’Isère per una discesa libera e la prima combinata stagionale, per un anno che vedrà concludersi a Semmering in Austria il 28 e il 29 dicembre con un gigante e uno slalom.

Davos per il parallelo, è l’appuntamento come per gli uomini a capodanno, giorno 1 gennaio 2021, poi il 3 gennaio poi si andrà a Zagabria per un slalom speciale, per poi ritornare in Austria giorno 9 e 10 ad Arlberg rispettivamente per discesa e combinata, giorno 12 spazio invece allo slalom speciale di Flachau, per un bella seria di settore tecnico che proseguirà il 16 gennaio per lo slalom, e il 17 per il gigante; ricchissimo ancora il menu di questo mese con doppio appuntamento sul veloce a Crans Montana il 23 e il 24 con discesa e combinata, poi l’unica tappa italiana a Plan de Corones sull’Erta per lo slalom gigante di del 26 gennaio, ed infine Garmisch giorno 30 e 31 con discesa e super-g

Febbraio sarà all’insegna dei Campionati del Mondo di Cortina d’Ampezzo i quali, come sappiamo, si svolgeranno dall’8 al 21, e dopo essi tappa in Cina a Yanqing giorno 27 e 28 per due prove veloci di discesa libera e super-g, mentre a marzo poi sarà il mese conclusivo con una intensità di gare davvero notevole: 6 e 7 sarà il turno di Jasná in Slovacchia per gigante e slalom, 13 e 14 spazio a Are sempre con gli stessi segmenti di gara in sequenza, e poi spazio conclusivo per le finali di Lenzerheide ancora in Svizzera per una quattro giorni dove il 17 ci sarà la discesa libera, il 18 il super-g, il 20 lo slalom, e il 21 spazio al gigante che chiuderà la stagione sulla pista intitolata a Silvano Beltrametti.

Coppa del Mondo di sci alpino maschile 2020/21: istruzioni per l’uso

La scorsa stagione si chiuse, come sappiamo, in anticipo a causa della pandemia Covid19 che tanto ha sconvolto le nostre esistenza, ma quasi giunti alla seconda metà di settembre,è bene cominciare a parlare della Coppa del Mondo di sci alpino che verrà e che vedrà, come fra poco vedremo, a breve l’alzata del sipario come di consueto in quel di Solden in terra austriaca.

Oggi parliamo dei ragazzi, in una competizione che lo scorso anno per la prima volta senza Re Marcel Hirscher, ha visto trionfare il norvegese Kilde, il più continuo rispetto a tanti altri che già venivano incensati di oro e allori prima del tempo, e che lo ha visto prevalere riportando la sfera di cristallo più importante a un velocista puro dopo tanto tempo, presumibilmente dai tempi di Janka e Svindal.

Andranno in onda (Salvo spostamenti e annullamenti per condizioni meteo) ben 40 gare (9 discese libere, 5 super-g, 9 slalom giganti, 10 slalom speciali, 3 combinate, 4 slalom paralleli), in 20 diverse località.

Auspicando che la situazione globale migliori e che non ci saranno blocchi ulteriori come accaduto nella scorsa primavera, alla voce maschile la Coppa del Mondo di sci alpino 2020/21 vedrà il semaforo verde come detto il 18 ottobre a Solden sul Rettenbach con il gigante, terra austriaca che replicherà dopo poco meno di un mese il 14 novembre a Lech per il primo parallelo stagionale, un mese povero di appuntamenti considerando la cancellazione delle tappe nordamericane, e che vedrà disputarsi soltanto il primo slalom speciale del 22 a Levi, sulla mitica Levi Black.

Diversamente, dicembre sarà invece ricchissimo: la prima e la seconda settimana saranno a tinte transalpine a Val-d’Isère: il 4, 5, e 6 spettacolo con due giganti back-to-back e uno slalom speciale l’ultimo giorno, mentre la seconda settimana inaugurerà l’esordio della velocità con la prima discesa libera giorno 12, e il 13 spazio al super-g; dopo la Francia sarà il turno del nostro paese: 18 e 19 spettacolo in Val Gardena dove sulla Saslong andranno in scena un super-g e una discesa, giorno 20 e 21 si vola in Alta Badia sulla Gran Risa per un gigante un parallelo, mentre il 22, sulla pista più prestigiosa in quel di Madonna di Campiglio per il mitico slalom sulla 3-Tre. Uno spettacolo a tinte tricolori che proseguirà sino a fine mese con la discesa del 28 a Bormio sulla Stelvio, e il 29 per la prima combinata sempre sulla splendida pista azzurra.

Se tanto azzurro è il mese natalizio, l’anno nuovo si inaugurerà in terra elvetica, il giorno di capodanno a Davos per il parallelo, 6 gennaio poi si andrà a Zagabria per un slalom speciale, per poi ritornare in svizzera giorno 9 e 10 ad Adelboden rispettivamente per slalom e gigante, giorno 15 spazio alla meraviglia di Wengen, che sarà in calendario nonostante i dubbi di questi ultimi mesi, con una combinata prima e la discesa poi il 16, e il classico slalom a finire il tour della pista con il tunnel sotto la ferrovia; la seconda metà del mese sarà ancora all’insegna del prestigio con gli appuntamenti imperdibili a Kitzbühel: la tre giorni scatterà il 22 gennaio per il super-g sulla Streifalm, il 23 per la discesa sulla Streif, e a conclusione lo slalom sulla Ganslern. Stop di un giorno e poi via allo slalom di Schladming il 26 gennaio sulla Planai, mese intenso che vedrà la conclusione a Chamonix il 30 e il 31 gennaio rispettivamente per una discesa e un parallelo.

Febbraio sarà all’insegna dei Campionati del Mondo di Cortina d’Ampezzo i quali, come sappiamo, si svolgeranno dall’8 al 21, ma non mancheranno le gare nemmeno di Coppa del Mondo con Garmisch-Partenkirchen che sarà presente anche quest’anno sulla Kandahar il 5 con la discesa e il 6 con il gigante, poi tornati dalle fatiche iridate gli atleti si ritroveranno a Bansko il 27 e il 28 sulla pista intitolata a Marc Girardelli per la combinata e il gigante.

Marzo poi sarà il mese conclusivo con una intensità di gare davvero notevole: 6 e 7 sarà il turno di Lillehammer per discesa e super-g all’insegna della velocità più pura, 13 e 14 spazio a Kranjska Gora, ultimo successo per il nostro Manny Moelgg, con gigante e slalom, e poi spazio conclusivo per le finali di Lenzerheide ancora in Svizzera per una quattro giorni dove il 17 ci sarà la discesa libera, il 18 il super-g, il 20 il gigante, e il 21 spazio allo slalom.

Come si vede, la “carne al fuoco” è davvero molta: con l’auspicio che tutto vada bene, i presupposti affinché si assista ad un meraviglioso spettacolo degno di nota, ci sono tutti e sinceramente non si vede l’ora di ammirare questi atleti perché no, dando tempo al tempo, pure con la presenza anche del pubblico in pista, perché ciò significherebbe che tutto starà andando per il verso giusto e che il trofeo più importante, quello della normalità, sarà stato raggiunto avendo sconfitto un nemico atroce che tanto in questi mesi, ha causato dolori e sofferenze.

Entra nel vivo la velocità azzurra dello sci alpino allo Zermatt

Entra nel vivo la velocità in sede di preparazione per quel che concerne la nostra nazionale, sia al femminile che al maschile di sci alpino che, con l’avvento di settembre, si traduce in una bella accelerata per presentarsi al meglio all’esordio di Sölden. Come risulta dalla nota della FISI, saranno di scena le nostre campionesse, Federica Brignone detentrice della Coppa del Mondo 2019/20 e Sofia Goggia le quali saranno di scena questo giovedì 3 settembre per i test di rito presso lo Sport Service Mapei di Olgiate Olona (Va), mentre per le stesse modalità il giorno dopo toccherà Marta Bassino.

Gli allenamenti su pista verranno effettuate invece sul ghiacciaio di Zermatt in terra elvetica da giovedì 3 a mercoledì 9 settembre con Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Nicol Delago, Nadia Delago e Verena Gasslitter. Stesso posto anche per gli uomini con Christof Innerhofer, Emanuele Buzzi, Mattia Casse, Alexander Prast, Matteo Marsaglia, a cui si aggiunge Riccardo Tonetti. Va di gradualità invece Dominik Paris il quale comincerà a prendere confidenza con gli sci invece al Passo dello Stelvio il primo e il secondo settembre.

La stagione comincia ed entrare nel vivo, e i nostri fenomeni, come sempre, lavorano duro per una nuova sessione di emozioni che andranno a regalarci a partire dell’avvio della stagione 2020/21.

Sci alpino: il Covid-19 cancella le gare in Nord America della prossima Coppa del Mondo

Brignone

Come abbastanza prevedibile considerando la situazione estremamente grave in Nord America alla voce contagi dell’ormai purtroppo noto Covid-19 che tanto ha mutato le nostre esistenze, anche lo sci alpino si deve adeguare e la FIS ufficialmente ha cancellato la trasferta oltreoceano che, di fatto, fa riorganizzare il calendario 2020/21.

Niente da fare per le gare di velocità di Lake Louise e Beaver Creek per gli ragazzi, e niente Killington (Tecnici) e sempre veloce a Lake per le ragazze con gare che verranno prossimamente recuperate nel nostro continente europeo: come si legge dalla nota sul portale ufficiale, già si fa specifico riferimento alla location della Val d’Isere, territorio transalpino, con un fine settimana aggiuntivo per gli uomini. Le gare di slalom gigante in programma verranno spostate di un fine settimana al 5-6 dicembre, facendo spazio a una discesa e un super-G aggiuntivi dal 12 al 13 dicembre per sostituire uno dei fine settimana nordamericani.

Circa le ragazze, invece, si andrà ad aggiungere una discesa libera nel weekend dii St. Moritz (SUI) dal 5 al 6 dicembre. Inoltre, Courchevel (FRA) ospiterà un fine settimana tecnico di due gare a dicembre.

Come stabilito dalla Federazione, la decisione è stata presa sulla base di una valutazione di ogni serie di circostanze, inclusi i rischi e i requisiti di viaggio relativi a ciascun evento e paese ospitante, nonché prendendo in esame anche il tempo necessario tra le competizioni per accogliere Covid- 19 protocolli e, evidentemente, per adesso in America non è proprio possibile garantire un regolare svolgimento di competizione in assoluta sicurezza.

Le azzurre intensificano la preparazione tra Cervinia e Stelvio

Proseguono a passi notevolmente spediti i lavori di preparazione alla prossima Coppa del Mondo per le azzurre dello sci alpino che si dividono in due località differenti in un periodo praticamente decisivo con una preparazione che oramai entra nel vivo e che va a perfezionare la condizione delle nostre atlete.

Questa, quindi, sarà una settimana di lavoro durissimo con l’allenamento del gruppo Elite formato da Marta Bassino, Federica Brignone e Sofia Goggia si cimenterà da mercoledì 19 sino al 26 di questo sarà presente in località Breuil Cervinia sul ghiacciaio locale sgli ordini dei tecnici federali assieme al gruppo delle ragazze polivalenti capitanate da Elena Curtoni, Nadia Delago, Nicol Delago, Verena Gasslitter, Francesca Marsaglia, Roberta Melesi e Laura Pirovano.

Discorso differente per quanto concerne le campionesse del tecnico le quali, diversamente dall’ambito velocità, saranno protagoniste presso il Passo dello Stelvio da martedì 18 a sabato 22 agosto con Irene Curtoni, Lara Della Mea, Marta Rossetti e Martina Peterlini agli ordini del C.T. Matteo Guadagnini e dal tecnico Davide Marchetti.

Tempo quindi di perfezionamento e di affinamento dei propri mezzi per le ragazze affinché possano trovarsi più che pronte da una stagione che le vedrà protagoniste e che sarà notevolmente lunga.

Sci d’erba: niente da fare per la Coppa del Mondo 2020

Edoardo Frau on fire
Edoardo Frau on fire

L’emergenza coronavirus colpisce purtroppo anche la stagione dello sci d’erba: ogni anno era un piacere venire qui a scrivere degli articoli sulle gare dei rulli che scivolano sull’erba che tante soddisfazioni han regalato all’Italia negli ultimi anni, ma purtroppo la situazione precaria a livello mondiale, causa pandemia, ha avuto anche qui il sopravvento.

Come risulta dalla nota della FISI, a seguito del briefing da parte della commissione Fis dello sci d’erba ha decretato di non disputare in alcun modo nessuna gara di gara di Coppa del Mondo facendo venir meno le sei gare del tour intercontinentale; saltano anche i Campionati Iridati juniores che erano stati designati nella location di Madarao in terra nipponica.

Pare ci sia una minima speranza di disputare delle gare amichevoli griffate FIS nei mesi autunnali di settembre ed ottobre con sedi ancora da decidere, ma occorrerà attendere la data del 20 agosto per cui, anche in questa sede, nulla di certo.

Un grande peccato per tutti gli appassionati e per gli agonisti che non aspettavano altro che riaccendere di nuovo per le discese verdi ma, come detto, la situazione è ancora piuttosto grave e questo annullamento non rappresenta che un ulteriore monito per tutti che la situazione è ancora abbondantemente seria.

Ancora tanto lavoro per lo sci alpino al passo dello Stelvio per le azzurre

Lavoro, lavoro, lavoro.

Così si potrebbero riassumere i giorni degli atleti azzurri al femminile e al maschile dello sci alpino sulla cornice meravigliosa dello Stelvio. Il gruppo azzurro sta continuando alacremente la sua preparazione per presentarsi al top ai nastri di partenza per la stagione 2020/21.

Nello specifico secondo la nota della FISI, (https://www.fisi.org/sci-alpino/news/21670-secondo-giro-allo-stelvio-per-le-donne-di-coppa-del-mondo-una-settimana-di-sci-che-si-concludera-martedi-30-giugno) il gruppo principale femminile rimarrà in tale località sino a fine mese a partire dal loro arrivo di domani per il secondo turno di allenamenti intensivi: presenti agli ordini del DT Rulfi, Marta Bassino, Federica Brignone, e Sofia Goggia, e tutto ciò varrà anche per le atlete polivalenti come Elena Curtoni, Nadia Delago, Nicol Delago, Verena Gasslitter, Francesca Marsaglia, Roberta Melesi e Laura Pirovano.

Procede quindi a vele spiegate il lavoro delle nostre atlete di sci alpino per far sì che la preparazione entri nel vivo e il lavoro a dare i propri frutti come ogni anno, affinché il sudore di oggi si tramuti nei successi della stagione che verrà con queste ragazze infinite che ogni anno ci stupiscono ancora di più rendendoci perfettamente orgogliosi di tutte loro.