Sci di fondo: a Lillehammer Chicco Pellegrino asfalta gli avversari e trionfa

FIS-Skiweltcup Dresden 2018

Nello sci di fondo spazio alle gare sprint come sempre realizzate sia al maschile che al femminile in occasione della prima competizione intermedia stagionale del Nordic Opening ed è subito grande Italia: a Lillehammer, nella seconda prova stagionale laddove il nostro tricolore non era mai andato nemmeno in finale, un sontuoso Chicco Pellegrino non lascia alcun appello agli avversari e sbaraglia la concorrenza andando a cogliere un successo pazzesco precedendo Emil Iversen per la Norvegia ed Alex Harvey per il Canada. Unico atleta che ha vinto quattro sprint multi-stage e che dimostra, ancora una volta, di essere uno dei migliori sciatori sulla faccia della terra. Out in semifinale a causa di un errore rompendo il bastone Klæbo. Tanta sfortuna per De Fabiani che cade nel suo quarto mentre stava conducendo una gara ottimale. Il Re della tecnica libera, è tornato.

Tra le donne assoluto dominio svedese  la vittoria va a Jonna Sundling che precede la connazionale Stina Nilsson vincendo la prima gara in Coppa del Mondo, chiude al terzo posto la statunitense Stadie Bjornsen. Norvegia ancora giù dal podio. La nostra Greta Laurent è stata eliminata in quel del quarto di finale.

Il fondo torna domani per la 10km femminile e la 15km maschile per la seconda giornata di questo minitour norvegese.

Sci Alpino & Nordico: guida ed istruzioni per l’uso di questo weekend di Coppa del Mondo

Windisch
Dominik Windisch, atleta azzurro del Biathlon

Settimana cardine e ricca di impegni, questa, per le varie competizioni di Coppa del Mondo di sci: dopo quello alpino, si arricchisce anche la lista degli sport nordici: qui vi è il completamento anche con l’avvio del biathlon in terra slovena precisamente a Pokljuka per un inizio di stagione con il misto.

Da segnalare anche l’avvio del salto con gli sci femminile che sarà di scena, al pari della combinata nordica e dello sci di fondo (Qui ci sarà la tre giorni della prima competizione intermedia stagionale con il Nordic Opening) in Norvegia nel mitico impianto del Lysgardsbakken Lillehammer con due gare sul NH HS98 e una sul LH HS140; il salto maschile farà capolino invece in Russia a Niznij Tagil sull’Aist per due match sul LH HS134. Nello sci alpino spazio invece alla velocità con gli uomini che saranno di scena a Beaver Creek sul Birds of Pray (Domenica 2 ci sarà però in programma anche una gara sul tecnico di gigante), e le donne che raggiungeranno la terra canadese di Lake Louise teatro delle gare maschili nello scorso weekend.

Saranno molteplici, quindi, gli appuntamenti che contraddistingueranno questo fine settimana con tutte le attività invernali che, finalmente, entrano proprio nel vivo con l’avvio del mese di dicembre.

Quindi mettete sotto mano carta e penna che, con tutta questa carne al fuoco, ci sarà seriamente da divertirsi a partire da domani con uno spettacolo a dir poco assicurato; ecco, nel dettaglio, tutto il calendario di questa tre giorni pazzesca:

VENERDI’ 30 NOVEMBRE
– Ore 11:00 Combinata nordica (LH) – Lillehammer
– Ore 12:00 Sci di fondo (SP M & F TL) – Lillehammer
– Ore 14:30 Combinata nordica (5km) – Lillehammer
– Ore 17:15 Salto con gli sci (NH-F) – Lillehammer
– Ore 18:45 Sci Alpino (SG-M) – Beaver Creek
– Ore 20:30 Sci Alpino (DH-F) – Lake Louise

SABATO 01 DICEMBRE
– Ore 09:30 Combinata nordica (10km) – Lillehammer
– Ore 10:30 Sci di fondo (10km F TC) – Lillehammer
– Ore 12:15 Sci di fondo (15km M TC) – Lillehammer
– Ore 14:15 Combinata nordica (LH) – Lillehammer
– Ore 15:45 Salto con gli sci (LH-M) – Niznji Tagil
– Ore 17:15 Salto con gli sci (NH-F) – Lillehammer
– Ore 19:00 Sci Alpino (DH-M) – Beaver Creek
– Ore 20:30 Sci Alpino (DH-F) – Lake Louise

DOMENICA 02 DICEMBRE
– Ore 10:15 Sci di fondo (10km F TC HS) – Lillehammer
– Ore 10:45 Combinata nordica (LH) – Lillehammer
– Ore 11:15 Sci di fondo (15km F TC HS) – Lillehammer
– Ore 12:00 Biathlon (SMX) – Pokljuka
– Ore 12:45 Salto con gli sci (LH-F) – Lillehammer
– Ore 14:05 Combinata nordica (10km) – Lillehammer
– Ore 14:30 Biathlon (MX) – Pokljuka
– Ore 16:00 Salto con gli sci (LH-M) – Niznji Tagil
– Ore 17:45 Sci Alpino (GS-M 1°Manche) – Beaver Creek
– Ore 19:00 Sci Alpino (SG-F) – Lake Louise
– Ore 20:45 Sci Alpino (GS-M 2°Manche) – Beaver Creek

Il grande smalto azzurro nell’ultimo weekend americano nello sci alpino

Cosa ci ha lasciato questa due giorni di Coppa del Mondo di sci alpino sia al maschile che al femminile in termini puramente di squadra italiana? La risposta senza dubbio è tanta roba.

Sia a Killington con le ragazze che a Lake Louise con i ragazzi il nostro tricolore ha avuto ampio lustro attraverso un forte segnale di competitività nonché di netta forza con tante speranze volte verso il futuro.

Sulle prime, detto degli Infortuni purtroppo gravi che hanno minato la nostra stagione in tutto o in parte come quelli di Sofia Goggia (Rientro all’anno che verrà, recupero già iniziato e positivo), di Elena Fanchini e Johanna Schnarf (Stagioni finite), non si può non parlare della vincitrice del gigante di Killington dove l’ambito tecnico ci ha detto in maniera chiara e tonda che Federica Brignone è ancora una volta un’atleta da battere nonché una delle esponenti di tale specialità più forti esistente sul panorama internazionale. La sua crescita, merito del duro lavoro e della capacità mentali della nostra valdostana, è stata costante e progressiva nonché duratura nel corso del tempo: indubbie e sotto gli occhi di tutti sono le migliorie sia dal punto di vista della stabilità sugli sci che in fatto di maggiore tranquillità durante i percorsi, merito anche di maggior consapevolezza della propria forza di un’atleta che, ancora una volta, sta dimostrando anche in questa stagione il suo valore riprendendo senza problemi la sua marcia anche dopo quel piccolo incidente di percorso in sede di preparazione estiva.

Consistenti segnali di risveglio anche in abito maschile per quanto concerne le discipline veloci: Christof Innerhofer e Dominik Paris hanno messo in evidenza una forma notevole attraverso un doppio podio in discesa libera (Rispettivamente secondo e terzo alle spalle solo di Max Franz, vincitore) che sanno sa non solo di conferma dei propri valori ma anche di rivalsa verso anche troppi commenti non proprio teneri da parte della critica generale; tale risultato denota un grandissimo auspicio per l’avvenire: se per quanto concerne il tecnico maschile ci sarà ancora da lavorare al suo, in ambito veloce la strada arpionata sembra proprio quella giusta senza sottovalutare il fatto che, naturalmente, ci sarà ancora ci sarà da lavorare, elemento anche visto che la domenica in super-g non si è riusciti a replicare alla splendida performance del sabato, ma con una stagione ampiamente lunga ci sarà tutto lo spazio per progredire nelle migliorie e acquisire ulteriore consapevolezza attraverso il duro lavoro e la cura dei dettagli che il nostro staff è solito ad applicare.

Siamo soltanto agli inizi maquesta due giorni in terra americana è stata notevolmente importante per dirci che il livello azzurro è ancora altamente competitivo e che ci sono tutti i margini per poter vivere ancora enormi, grandi, ed infinite gioie.

Il meglio, d’altronde, deve sempre ancora venire.

Sci alpino: nel super-g maschile ritorna alla vittoria Jansrud

Dopo la discesa libera di ieri dove abbiamo assistito alla vittoria dell’austriaco Max Franz che ha preceduto i nostri due ottimi Innerhofer e Paris, oggi a Lake Louise si è svolto il primo super-g stagionale di sci alpino di Coppa del Mondo 2018/19, e torna in velocità a vincere il norvegese Kjetil Jansrud davanti a Kriechmayr (0.14) e Mauro Caviezel per la svizzera che chiude il podio in terza posizione (0.21).

Jansrud per l’ennesima volta conferma di essere davvero un top in specialità super-g cogliendo la ventiduesima vittoria in Coppa del Mondo, la numero 12 in tale disciplina; un plauso va fatto anche all’altro norvegese Svindal, fuoriclasse, che scende di nuovo in pista dopo ieri a pochi giorni da un’operazione alla mano e chiude in quinta posizione. Quarto un sempre elegantissimo Reichelt.

Appuntamento prossimo con lo sci alpino maschile sarà a Beaver Creek in quel della Birds of Pray per una tre giorni entusiasmante: il 30 novembre e il primo dicembre di scena due Super-G di fila, mentre il 02 dicembre spazio  allo slalom gigante.

Sci Alpino: nello slalom femminile di Killington c’è il dominio di Mikaela Shiffrin

Dopo il gigante di ieri dove abbiamo assistito al trionfo della nostra splendida Federica Brignone, oggi a Killington sul Super Star è andato in onda il secondo slalom speciale stagionale di sci alpino di Coppa del Mondo 2018/19 dopo quello di Levi di una settimana fa, e vige ancora la regola di Sua Maestà Mikaela Shiffrin.

Vittoria numero 45 per la 23enne di Vail che ribadisce ancora una volta di essere la sciatrice attualmente più forte sulla faccia della terra imprimendo un ritmo costante e andando così a rispondere ad una strepitosa Petra Vlhova sopravanzandola di 0.54 vincendo così davanti al pubblico statunitense che la ha omaggiata con una ovazione a dir poco meritata. La terza piazza va a Frida Hansdotter bloccata a 1.08 dalla fuoriclasse di Vail; podio che conferma la prima manche (Seppur seconda e terza lì erano a pari merito).

Per le italiane 11ma Irene Curtoni, fuori invece una sfortunata Chiara Costazza.

Andando a disquisire in merito della prima manche la scena se la era presa sempre Mikaela Shiffrin la quale domina anche in situazioni di nebbia e andava a precedere un’ottima Bernadette Schild (Poi quarta, sbagliando un pò la manche finale) anticipandola di 0.29. Terza piazza per Petra Vlhova e Frida Hansdotter a pari merito staccate di 0.54, chiude quinta a 0.95 l’altra svedese Swenn-Larson. Prime cinque atlete quindi racchiuse nell’ambito di un secondo scarso, molto attardate italiane comprese il resto delle atlete.

Appuntamento prossimo con lo sci alpino femminile sarà a Lake Louise per una tre giorni di pura velocità dove il 30 novembre e il primo dicembre di scena due discese libere di fila, mentre il 02 dicembre spazio al super-g.

Salto con gli sci: nella seconda individuale a Kuusamo colpisce ancora Ryoyu Kobayashi.

A Kuusamo oggi è andata in scena la seconda delle due giornate sul LH nell’impianto del Rukanturi HS142 maschile per la seconda prova stagionale di Coppa del Mondo 2018/19, ed anche oggi la vittoria è andata a un sontuoso Ryoyu Kobayashi.

Al termine del suo secondo salto anche il suo allenatore si è inchinato dinnanzi ad un salto poetico del suo atleta che è andato a quota 147,5 metri (140 il primo) con stanga 8 su 10 battendo il suo diretto avversario con un totale di 310 punti, Wellinger (145 m – 136 m), di ben 22 punti che termina a 288,4 punti. Terzo chiude Stoch (146,5m – 136,5m) con 285,4 punti.

Kobayashi vince per dispersione questa gara facendo davvero l’impossibile per battere i due campioni olimpici mettendo un serio monito agli avversari per il proseguo della stagione, mantenendo il pettorale giallo, facendo capire a tutti gli addetti ai lavori che il talento si sta trasformando in fenomeno vero.

L’appuntamento per il salto per le prossime gare sarà incentrato sia sull’esordio femminile che per la terza prova maschile. Ecco nel dettaglio il tutto

GIORNO 30/11:

Donne – Lillehammer NH98

GIORNO 1/12:

Donne – Lillehammer NH98
Uomini – Niznij Tagil LH134

GIORNO 2/12

Donne – Lillehammer LH140
Uomini – Niznij Tagil LH134

Combinata Nordica: nel team event la vittoria va alla Germania

Nordic Combined Worldcup B, Eisenerz (Austria), 9 March 2008

Giornata di team event per la combinata nordica che a Ruka ha visto svolgersi la  prova di salto sul LH dove si è saltato dal trampolino lungo HS142 per poi affrontare una 4,5 km di fondo dove il gradino più alto del podio è stato preso Germania.

I tedeschi con Geiger, Riessle, Frenzel e Rydzek ribaltano la situazione del salto di stamani e si prendono la vittoria contro i nipponici, secondi, precedendoli di 1:04.08. Il terzo posto va invece alla Norvegia che staccata di 1:48.

In mattinata la gara di salto è stata dominata dal Giappone con Nagai, Yamamoto, Akito e Yoshito Watabe che han raggiunto il punteggio di 492,3; a seguire ci stava appunto la Germania con un gap di 1’05” e terzi i polacchi a 2’40” che sugli sci hanno chiuso soltanto quinti.

Appuntamento prossimo a Lillehammer per la combinata sul Lysgårdsbakken già a partire da giorno 30 per la combinata nordica per una tre giorni entusiasmante: il 30 gara individuale  sul NH HS98 per una 5km, giorno 1 dicembre una mass start sempre sul NH ma questa volta fondo per una 10km, e infine giorno 2 gara sul LH HS140 con una 10km da svolgersi sul fondo.

Sci di fondo: a Ruka si conferma Bolshunov anche nel distance, tra le donne acuto di Johaug

A Ruka si apre la stagione di Coppa del Mondo di sci di fondo edizione 2018/19 dove, dopo le gare sprint nella conclusesi nella giornata di ieri, oggi di scena sia per gli uomini che per le donne il settore distance.

Tra gli uomini Alexander Bolshunov non lo ferma più nessuno: dopo la vittoria ieri nello sprint beffando Klæbo, oggi si conferma anche sulla lunga distanza andando a vincere anche la 15km a tecnica classica: ritmo impressionante del gigante russo che sbaraglia la concorrenza e relega il resto della pattuglia dietro. Secondo alle sue spalle il norvegese Emil Iversen che batte di due secondi scarsi lo svedese Halfavarsson. Solo quarto Sundby mentre Klæbo chiude nono.

Tra le donne l’acuto va a Therese Johaug che al ritorno alle competizioni va a siglare subito il suo acuto facendo sua la 10 km TC odierna precedendo la coppia proveniente dalla Svezia formata da Charlotte Kalla seconda ed Ebba Andersson terza al primo appuntamento con il podio nella sua carriera che precede Østberg. Finiscono lontane dal podio i grandi nomi di questa disciplina con Parmakoski sesta e molto arretrate Weng e Diggins rispettivamente 13ma e 14ma; quinta la Belorukova vincitrice ieri nella gara di sprint.

L’appuntamento prossimo per il fondo sarà il Nordic Opening, la prima competizione intermedia della stagione di Coppa del Mondo che vedrà, sia per gli uomini che le donne, giorno 30 novembre le gare sprint, l’1/12 dicembre rispettivamente 10 e 15 km individuali TC, e il 2/12 le 10 e 15 km TC HS.

Sci Alpino: a Lake Louise la prima scena veloce è griffata dalla classe di Max Franz, ma è grande Italia

Lake Louise si è svolta la prima prova stagionale maschile di Coppa del Mondo di sci alpino 2018/19 in quel delle superfici veloci: la discesa libera targata numero uno è stata ottenuta da Max Franz che ha sciato ancora una volta con la sua eleganza sopraffina che gli ha permesso di cogliere la prima vittoria in stagione; gara molto tecnica che ha dato lustro anche ai nostri colori che griffano il secondo e il terzo posto d’azzurro con un rinato Innerhofer secondo e un ottimo Dominik Paris che chiude terzo.Italia che finalmente torna protagonista anche al maschile con i suoi atleti che han dimostrato di aver una forma notevole che lascia ben sperare per quanto concerne il futuro.

Una giornata importante quindi per i nostri colori in quel dello sci alpino con questi due podi che vanno ad aggiungersi alla strepitosa vittoria di Federica Brignone in gigante femminile in quel di Killington.

A Lake Louise appuntamento a domani con ancora una gara veloce di Super-G questa volta alle ore 20 italiane.

Qui il riepilogo della classifica odierna: http://live.fis-ski.com/lv-al0024.htm#/short

Salto con gli sci: a Kuusamo la prima giornata nel segno di Ryoyu Kobayashi

A Kuusamo oggi è andata in scena la prima delle due giornate sul LH nell’impianto del Rukanturi HS142 maschile per la seconda prova stagionale di Coppa del Mondo 2018/19.

La vittoria è andata, in condizioni meteo precarie con una imprevedibilità che ha dato vita sin da venerdì a rinvii e cancellazioni tanto che bisognerebbe gridare al miracolo per l’arrivo a conclusione di questa individuale giornaliera, a Ryoyu Kobayashi che riporta il Giappone sul gradino più alto del podio.

Il nipponico ha concluso in 138,5 per un totale di 142 punti, mentre Kamil Stoch, secondo posto per lui e primo podio stagionale in individuale, è stato più lungo finendo a 140.5 metri ma i giudici gli han totalizzato 139.9. Terza piazza per il polacco Piotr Zyla.

L’appuntamento per la seconda giornata sul LH è per domani alle ore 17.