Privacy Policy Cookie Policy Nicola Tumolero regala un grandissimo bronzo all'Italia sui 10.000 metri - Discesa Libera

Nicola Tumolero regala un grandissimo bronzo all’Italia sui 10.000 metri

Grandissima giornata per i colori italiani che arpionano la seconda medaglia di bronzo nell’ottavo giorno coreano

Italia

Dopo Federica Brignone stamani, è toccato a Nicola Tumolero scaldare i cuori degli azzurri prendendo la medaglia di bronzo nello Speed Skating sulla distanza dei 10000m!!!

Autore di una gara tenace, il già campione europeo dei 5000m proveniente dal gruppo sportivo delle Fiamme Oro, riesce a mantenere sempre la calma nella distanza più lunga andando a mettere la ciliegina sulla torta in una stagione assolutamente straordinaria chiudendo con il tempo di 12’54″32.

Oro che va ad un immenso Ted-Jan Bloemen con il Canada che, con il tempo di 12’39″77, realizza anche il nuovo record olimpico migliorando la prestazione di poco prima di Bergsma (che aveva fermato il cronometro in 12’41″99) medaglia d’argento con la seconda piazza, ed interrompendo la dominante striscia olandese. Piove sul bagnato oggi in casa Olanda: clamoroso tonfo del leggendario Sven Kramer che chiude sesto perdendo quota e velocità negli ultimi giri, probabilmente un pò stanco ricevendo una sonora lezione dal fuoriclasse canadese.

L’Italia grazie a Tumolero può godersi la soddisfazione di portare a casa la quinta medaglia, e adesso il medagliere azzurro prenda una piega decisamente migliore!

Nel resto della giornata, a PyeongChang, una parte da leone è stata fatta nel  Biathlon con le prove individuali al femminile e al maschile;

nel femminile trionfo a sorpresa per la 22enne svedese Hanna Öberg nella 10km che vince la medaglia d’oro arpionando il primo, sublime, successo in carriera. Affermazione d’argento per Anastasia Kuzmina che porta a casa con il secondo posto la quinta medaglia olimpica della sua splendida carriera. Chiude il podio l’immensa Laura Dahlmeier che ha avuto il merito di crederci sino al termine all’interno di una gara più difficile rispetto alle due precedenti, ma che chiude sempre con la presenza nelle migliori 3. Onore a Dorothea Wierer che realizza la migliore gara sino ad oggi a PyeongChang 2018 e che conclude in settima quando sino all’ultimo poligono era ancora in piena corsa per le medaglie; purtroppo l’ultimo erroreha fatto la differenza. Più attardate le altre italiane che si classificano oltre il trentesimo posto.

Gara assolutamente clamorosa nell’ambito maschile: oggi, è davvero il giorno della Norvegia che questa data, di certo, non la dimenticherà facilmente: nell’arco di una giornata arriva anche il terzo oro con Johannes Boe che, dopo due gare deludenti, riesce a risorgere e a far sua la 20km individuale nonostante abbia commesso nel corso della gara due errori che avevano lasciato presagire un’altra giornataccia per lo scandinavo. Autentico patatrac invece di Martin Fourcade il quale, con la gara in tasca, butta via vittoria, medaglia, e podio con 2 errori nell’ultimo poligono.

Una sconfitta durissima che conoscendo la competitività del francese brucerà parecchio. Errore di Fourcade che ha aperto la porta a diversi outsider che ne approfittano, tra cui Fak che regala la prima medaglia (con l’argento) alla Slovenia, e Dominik Landertinger che, lucidissimo, fa un percorso regolare e si prende la terza piazza e la medaglia di bronzo. Brutta gara per gli azzurri con Hofer, Windisch, Bormolini, e Montello che si classificano nelle retrovie non entrando mai praticamente in gara. Per Johannes Bø, che al termine della gara scoppia in un pianto di gioia, si tratta della prima affermazione a cinque cerchi dopo ben 3 titoli mondiali.

Nessuna sorpresa sul vincitore nella giornata di oggi dello Slittino; nel Team-Relay, gara che conclude l’esperienza di PyeongChang in questa disciplina, il gradino più alto del podio va allo squadrone della Germania che prende una già abbondantemente pronosticata medaglia d’oro. Lo squadrone tedesco formato da Natalie Geisenberger, Johannes Ludwig e dalla coppia Tobias Wendl – Tobias Arlt non ha lasciato via di scampo agli avversari sopratutto nella prova in coppia infliggendo distacchi abissali. Guadagnano la medaglia d’argento i canadesi che si piazzano a 355 millesimi con Alex Gough, Sam Edney e la coppia Tristan Walker – Justin Snith, mentre la medaglia di bronzo va a a un’Austria che si conferma in grandissima forma concludendo il proprio distacco dalla testa a 471 millesimi con Madeleine Egle, David Gleirscher e la coppia composta da Peter Penz – Georg Fischler. Italia che chiude il relay in quinta posizione con più di mezzo secondo di distacco.

Nell’Hockey femminile si è completato anche il gruppo A e così facendo è venuto in essere il quadro definitivo dei turni successivi che condurranno i team agli ingressi nelle finali: Canada che batte gli USA 2-1 con le squadre che già erano praticamente già qualificate alle semifinali e da stabilire c’era solo l’ordine nel girone, mentre fondamentale è stata la vittoria (Larghissima, per 5-1) della Finlandia che ha concesso alle nord europee la qualificazione come terza del gruppo; adesso le prossime sfide andranno in onda nella notte italiana di sabato 17 con in campo OAR – Svizzera e Finlandia – Svezia; tra gli uomini nel gruppo A Canada che batte la Svizzera per 5-1 dimostrando una superiorità netta e Repubblica Ceca che batte di misura la Corea del Sud con qualche preoccupazione maggiore; nel gruppo C invece Finlandia batte Germania 5-2, e Svezia che batte la Norvegia 4-0 agevolmente.

Capitolo Curling: dopo gli uomini, grande spazio oggi alla donne con la seconda e la terza giornata dei round robin: qui conferma la forma incredibile il Giappone che piazza un 3 su 3 incredibile battendo sia le danesi che le coreane e candidandosi a una medaglia in via assolutamente seria; bene anche la Svezia che sconfigge di misura il Canada e le britanniche che nel pomeriggio si riscattano dopo la sconfitta contro gli USA.

Ecco nel dettagli i risultati e le relative classifiche:

SECONDA E TERZA GIORNATA DONNE:

Canada – Corea del Sud 6-8
Danimarca -Giappone  5-8
Cina – OAR 6-7
Gran Bretagna – USA 4-7

Cina – Gran Bretagna 7-8
Canada – Svezia 6-7
USA – Svizzera 5-6
Corea del Sud – Giappone 5-7

CLASSIFICA DONNE:

Giappone 3 w
Svezia 2 w
Gran Bretagna 2 w
Corea del Sud 1 w
OAR 1 w
Svizzera 1 w
Cina 1 w
USA 1 w
Canada 0 w
Danimarca 0 w

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.