Privacy Policy Cookie Policy Svindal verso la via del ritiro? - Discesa Libera

Svindal verso la via del ritiro?

Aksel Lund Svindal, FIS Alpine Ski World Cup, Hinterstoder 2011

Intervista importante alla tv norvegese dove mette in chiaro cose molto rilevanti sul suo futuro

Che Aksel Lund Svindal abbia il cruccio delle ginocchia, purtroppo, lo sappiamo già da tempo: i gravi infortuni che lo hanno fermato ma che mai lo han messo in ginocchio grazie alla forza e alla caparbietà di un Campione con la C maiuscola, han segnato comunque come noto la loro stabilità e ogni tanto tornano a farsi sentire; il problema è che, stavolta, sembrano mettere una grossa ombra per il futuro che verrà.

Svindal, 3 volte campione olimpico, 5 volte mondiale, e conquistatore per ben 2 edizioni della Coppa del Mondo, in un’intervista alla televisione norvegese ha fatto ampiamente capire che questa sessione di preparazione in terra sudamericana in vista della stagione 2018/19 oramai alle porte sarà decisiva per comprendere lo stato di salute delle sue articolazioni in uno sport che, come noto, ti impone sempre di più spingere al massimo per portare al top quelle che sono le tue performance: in sostanza, la sua partecipazione alla Coppa del Mondo e ai futuri Campionati del Mondo sono seriamente a forte dubbio.

Il fuoriclasse norvegese fresco campione all’ombra di Olimpia in quel della discesa libera maschile a PyeongChang, convive da anni con il dolore soprattutto dopo il bruttissimo infortunio del 2016 a Kitzbühel che gli ha causato la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro, e adesso più che mai dovrà fare delle valutazioni serie per capire se sia il momento o meno di appendere gli sci al chiodo.

Svindal è uno dei più grandi discesisti e velocisti alpini che lo sport bianco ha regalato alle cronache della storia, un ragazzo sempre splendido che ha accompagnato ogni suo risultato, positivo o negativo che sia stato, con il sorriso essendo stato sempre di esempio per colleghi e per tutti i ragazzi che han deciso di iniziare questo splendido sport prendendolo come ispirazione.

L’auspicio, ovviamente, è che le sue sensazioni al termine di questa lunga sessione di preparazione possano essere positive in modo tale da rivederlo ai cancelletti di partenza in uno sport, lo Sci Alpino, che lo ha reso celebre e che lui ha contribuito in larga scala a renderlo migliore scrivendo indelebili ed indimenticabili, pagine di storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.