Privacy Policy Cookie Policy Emozionaci ancora, Sofia. - Discesa Libera

Emozionaci ancora, Sofia.

Sofia Goggia

Emozionaci ancora.

Come solo tu sai fare quando scendi. 

Fallo ancora, con la tua forza e la tua determinazione volte a spaccare in due gli equilibri delle gare e le emozioni di tutti noi che aspettiamo le tue gesta a partire dal segnale verde del cancelletto.

Con la tua grinta e la tua eleganza che ti hanno portato gara dopo gara a conquistare le vette più prestigiose, con la tua voglia di non mollare mai di un centimetro che, spesso, fa la differenza per accendere e mandare in fiamme il cuore lungo il prestigioso viale della gloria e dei brividi che svolgono il loro personale gran premio lungo le nostre schiene.

Come in Corea come a due passi da casa tua, ovunque sia il luogo in cui tu possa detenere il sorriso; dove ogni cosa è importante tra amore e passione, dove si pongono le basi per mantenersi ancora vivi e ricercare ancora il miglior risultato da arpionare con sacrifici e voglia sempre pulsante come il sangue caldo detenuto dentro le vene. 

Realizzalo sempre appunto con quel sorriso che mostra molte cose oltre la serenità, che mostra la soddisfazione di una donna di incredibile spessore ancor prima dell’atleta consapevole dei sacrifici che realizza ogni giorno in allenamento volti a cercare di prendere nel momento che conta la penna più prestigiosa per griffare il celebre manoscritto della storia dello sport con la tua firma, ma anche di tutta la “garra” che serve ad un’atleta unica.

Consolidalo ogni giorno, con quello sguardo intenso e meraviglioso custodito dentro dei meravigliosi occhi castani  che cela dietro un profondo mare di emozioni dettate dalla passione di indossare ancora e ancora un paio di sci per divertirsi ancor prima di competere, per mostrare al mondo tutta la tua genuinità e la voglia contestuale di migliorarti sempre di più per raggiungere quegli obiettivi che tutti sognano ma che pochi, davvero, riescono a centrare.

Emozionaci ancora splendida guerriera dal nome di etimologica greca memoria che vuol dire “sapienza”, sapiente appunto come la tua tempra d’acciaio nell’approcciarti con ogni tua sfida; con la tua spontaneità e i tuoi risultati, qualunque essi siano, perché con te abbiamo già vinto soltanto per il fatto di esserci incantati con la tua conoscenza che non soltanto ha migliorato le vite sportive di tutti noi, ma che ci ha dato ancora una volta prova di quanto la vita possa essere speciale esattamente come te, che di ogni attimo e di ogni istante hai dato colore e arcobaleni anche laddove c’era il grigio più sbiadito.

Si apre una nuova stagione che per tutti è sempre un grande punto interrogativo, ma senza alcun tipo di presunzione mai come adesso riparte per tutti noi da una profonda certezza, quella di una gemma più luminosa che mai che ha ancora voglia di brillare nelle altezze più importanti del mondo e che di mestiere non fa soltanto la sciatrice, ma la portatrice sana di emozioni che a tutti noi servono per mantenerci vivi attraverso un semplice gesto tecnico che a volte, vale più di mille parole.

Emozionaci ancora, Sofia Goggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.