Privacy Policy Cookie Policy Il dominio che verrà: Manuel Feller - Discesa Libera

Il dominio che verrà: Manuel Feller

Tra i tanti talenti che il nuovo sci alpino ha prodotto gli ultimi anni, certamente Manuel Feller è uno dei più cristallini.

La pattuglia austriaca contenente il miglior atleta invernale, Re Marcel Hirscher, non sta di certo a guardare e per il futuro si è assicurato le prestazioni di un ragazzo davvero forte che, nella stagione che verrà, è chiamato a dare un segnale di maturità tecnica e fisica per gettare le basi a un domani che, a quanto pare, sembra oramai davvero vicino.

Nato 25 anni fa a Fieberbrunn, un comune biancorosso nel distretto di Kitzbühel, una delle patrie dello sport invernale, in Tirolo, con un look da rocker pone in essere spesso e volentieri uno sci a dir poco divertente, spesso ancora un pò impreciso, ma assolutamente formidabile. Specialista nel tecnico, Feller è andato più volte vicinissimo alla prima vittoria in carriera nel circuito internazionale, ma al contempo è arrivato addirittura ad un soffio a prendere le medaglie che contano in ottica olimpica e mondiale: Manuel, infatti ai Campionati del Mondo di St. Moritz nel 2017, ha arpionato la medaglia d’argento in slalom speciale al suo esordio iridato chiudendo secondo alle spalle del fuoriclasse Hirscher, mentre ai recentissimi XXIII Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018, anche qui esordio puro, ha portato a casa un’altra medaglia d’argento ma stavolta nella gara a squadre, dopo dei brutti risultati in slalom e in gigante.

La sensazione è che siamo dinnanzi ad un diamante sportivo purissimo che, se il tempo sarà galantuomo, ci potrà regalare l’essenza di un campione purissimo capace di aggredire ogni centimetro di neve e cercando di migliorare anche andando a scuola da Re Marcel.

Già dell’età giovanile Feller si è distinto raggiungendo dei risultati a dir poco sensazionali come la medaglia d’oro ai Mondiali juniores nel 2013 in Canada e seppur con risultati altalenanti la scorsa stagione, ha dato già evidenza a quelle che sono le sue notevole capacità tecniche talmente evidenti sin dallo start alla partenza che, per forza di cose, han cominciato a far puntare importanti riflettori sui suoi confronti.

Feller, assieme a Hirscher, Matt, e al resto della pattuglia austriaca, rappresenta un talento incredibile che con mezzi fisici importanti è destinato a scrivere importanti pagine personali nella storia di questo sport se crederà fortemente nei suoi mezzi infiniti sia dal punto di vista fisico che tecnico, continuando a lavorare come sempre ha fatto sino ad ora, con determinazione e, soprattutto, passione che è il vero fattore che in questi lidi fa davvero la differenza.

Se riuscirà a fare tutto questo, allora potremmo assistere a un grande spettacolo certo, non perdendo però mai la bussola del presente che è la cosa più importante in quanto soltanto concentrandosi sull’attuale si possono porre le basi per il futuro.

La nuova stagione è alle porte, e il giovane Manuel è pronto a rispondere presente per il salto di qualità definitivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.