Privacy Policy Cookie Policy A Lienz c'è tanta Italia, ma a gioire in gigante è il ritorno sugli scudi di Mikaela Shiffrin - Discesa Libera

A Lienz c’è tanta Italia, ma a gioire in gigante è il ritorno sugli scudi di Mikaela Shiffrin

Non eravamo abituati a stop troppo lunghi da parte di Mikaela Shiffrin, e infatti questa pausa è durata il tempo necessario per consentire alla fuoriclasse di Vail di ritornare alla vittoria e di rimettere le cose in chiaro in Coppa del mondo attraverso un successo fantastico in quel di Lienz messo già in cassaforte in quel della prima manche.

Mikaela Shiffrin ritorna con la sua consueta tranquillità ed interpreta già dalla prima frazione di gara una prova da manuale con precisione e tecnica, con il suo solito veleggiare sulla neve veloce ed elegante, e si porta a casa la vittoria numero 63 nella sua incredibile carriera, la prima stagionale in gigante per un complessivo di 11, la seconda a Lienz dopo quella del 28 dicembre del 2017 ottenuto però tra i paletti più stretti.

Una Shiffrin che manda via i fantasmi del gigante di quest’anno con questa 3 vittoria nella Coppa del Mondo 2019/20 e che ritrova la tranquillità mettendo in fila le avversarie a partire da una meravigliosa Marta Bassino che si arrende soltanto a “Her Majesty” staccata di ben 1.36 da una prestazione sontuosa della statunitense mantenendo quindi la sua seconda posizione in prima manche per il suo settimo podio in carriera, poi segue Katharina Liensberger (+1.82) per l’Austria che recupera una posizione alla nostra Federica Brignone (+1.90) che chiude quarta nella seconda manche quando invece era in terza al termine della prima frazione, mentre chiude quinta Petra Vlhová.

Prestazione molto esaltante ancora una volta dei nostri colori azzurri che al femminile sul tecnico confermano ancora una volta di esserci alla grandissima nonostante una Shiffrin che, quando decide di mettere la sesta marcia, va ad un ritmo degno di una vettura di Formula 1; da segnalare anche una bellissima prestazione di Sofia Goggia che recupera 8 posizioni (Potevano essere molte di più se non fosse stato per un piccolo errore) e chiude 17ma continuando a lavorare molto anche nel tecnico cercando di aumentare il suo feeling tra le bandierine più strette.

Con lo sci alpino femminile l’appuntamento è previsto per domani sempre a Lienz con lo slalom speciale con prima manche alle ore 10 e la seconda alle 13.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.