Privacy Policy Cookie Policy Quando Tomba stoppò Sanremo e conquistò la vetta a cinque cerchi - Discesa Libera

Quando Tomba stoppò Sanremo e conquistò la vetta a cinque cerchi

Quando ripensiamo ad Alberto Tomba e ai Giochi Olimpici di Calgary, ripensiamo non soltanto alla gloria e all’immensità ottenuti in quel frangente, ma anche dell’importanza che in quel momento ricopriva nel nostro paese lo sci alpino attraverso uno degli interpreti più fieri della storia di questo sport.

Quando era impegnato nella sua discesa e nel tentativo di rimonta per il titolo olimpico in slalom speciale, si stoppa il collegamento con il Teatro Ariston per assistere alla manche numero due decisiva per l’oro, con Alberto che non si fa trovare impreparato e segna uno dei suoi primi rilevanti successi per la sua carriera, scrivendo una pagina indelebile dello sport in generale; l’Italia è ai suoi piedi, il teatro stesso si alza tutto in piedi in tripudio consapevole di aver assistito ad un assolo incredibile a testimonianza dell’importanza magnificente dell’atleta azzurro.

Era il 25 febbraio del 1988, e l’Italia aveva appena avuto la conferma di aver trovato non soltanto un talento, ma anche un grande Campione che, col tempo, sarebbe diventato uno dei più grandi interpreti con gli sci ai piedi di sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.