Privacy Policy Cookie Policy Coppa del Mondo di salto con gli sci maschile: istruzioni per l'uso nella stagione 2020/21 - Discesa Libera

Coppa del Mondo di salto con gli sci maschile: istruzioni per l’uso nella stagione 2020/21

Source by: http://galeria.skijumping.pl/categories.php?cat_id=1748

E’ tempo anche, dopo tanti articoli di sci alpino, dedicarsi anche allo sci nordico; oggi partiamo con l’analisi della Coppa del Mondo di salto con gli sci che, nella stagione 2020/21, terrò conto anche delle rassegne iridate di volo in quel di Planica a dicembre, e quelle generali di sci nordico 2021 a cavallo tra febbraio e marzo verso la fine della stagione

Circa l’ambito maschile, la caccia al detentore austriaco Stefan Kraft con relativo numero verde dal trampolino, scatterà precisamente (Salvo, come sempre interruzioni per clima)La stagione maschile inizierà il 21 novembre a Wisla in Polonia, per concludersi il 28 marzo a Planica: verranno realizzate ben 28 gare individuali e 6 a squadre, in 20 differenti località: 1 su trampolino normale, 28 su trampolino lungo, 5 su trampolino per il volo.

Andando nello specifico, a novembre si inizierà come detto il 21 novembre con la gara a squadra sul LH a Wisla per poi replicare il giorno dopo con il test individuale sul Malinka con un HS134, novembre che si completerà nei giorni 28 e 29 a Kuusamo in Finlandia sul Rukantuturi con due gare individuali con HS142 sempre sul trampolino lungo.

Dicembre è il mese della Tournée dei Quattro Trampolini, che lo scorso anno ha visto letteralmente trionfare il più classico degli spaccadenti David Kubacki per la prima volta in carriera, ma prima occorrerà disputare due weekend di gare sul trampolino lungo, il 5 e il 6 a Niznij Tagil in Russia (Aist HS134), e il 19 e 20 ad Engelberg (Gross-Titlis-Schanze HS140) sempre in gare individuali e non a squadre che torneranno solo nella metà dei gennaio.

E poi sarà finalmente la volta del Torneo che partirà, come di consueto il 29 dicembre ad Oberstdorf (Schattenberg HS134), proseguirà il primo gennaio a Garmisch (Große Olympiaschenze HS134) e giorno 3 a Innsbruck (Bergisel HS130), e vedrà la sua fine a Bischofshofen (Paul Asserleitner HS142) dove vedrà incoronato il nuovo vincitore con l’aquila d’oro. Un mese di gennaio assolutamente ricco di appuntamenti, dove il post torneo sarà rappresentato per altre due gare LH individuali a Titisee-Neustadt in Germania (Hochfirst HS142) il 9 e 10, poi ritorno con le gare a squadre con quella di Zakopane (Wielka Krokiew HS140) giorno 16, con quella individuale sullo stesso segmento il giorno successivo. Nel weekend successivo giro nella fredda terra finnica a Lahti (Salpausselkä HS130) con il 23 la gara a squadre il 24 quella individuale, per un mese che concluderà i suoi battenti con due gare individuali rispettivamente giorno 30 e 31 a Willingen in Germania (Mühlenkopf HS145).

Febbraio sarà il mese delle tappe orientali, dove il 6 e il 7 a Sapporo doppio giro individuale (Okurayama HS237), mentre il 13 e il 14 si volerà a Pechino (Snow Ruyi HS140, ed infine il 21 unica gara in calendario sul NH a Rasnov, in Romania (Sul Valeo Carbunarii HS97) che concluderà un mese povero di Coppa ma ricco, come detto in sede di presentazione di questo articolo, per altre competizioni.

Valzer del gran finale di stagione, come sempre, a marzo con una grandissima abbuffata in salsa norvegese: 13 e 14 spazio a Olso rispettivamente con una gara a squadre e una individuale (Holmenkollen HS134), giorno 16 spazio a Lillehammer sul Lysgardsbakken HS140 per una gara individuale, due giorno dopo stesso menu ma a Trondheim, il 18, sul Granasen HS138, e stagione che si concluderà con il FH, con le gare di volo che come sempre regalano uno spettacolo meraviglioso iniziando da Vikersund (Vikersundbakken HS240) con la due giorni del 20 e del 21 con gara e squadre ed individuale, e il fine settimana finale del 26, 27, e 28 con i match finali a Planica sul Letalnica HS240 rispettivamente per due gare individuali (Che aprono e chiudono), e una a squadre (Di mezzo, il 27) che decreterà la fine della stagione.

Ancora manca un bel pò è vero, ma si sentono già nell’aria il sapore delle emozioni tra slanci, voli, atterraggi, telemark, e il fior fiore dei campioni che, nei palcoscenici mondiali più importanti al mondo, andranno ancora una volta ad incantare i cieli illuminandoli con le loro gare e la loro infinita classe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.