Privacy Policy Cookie Policy Un dominio veloce chiamato Sofia - Discesa Libera

Un dominio veloce chiamato Sofia

This file is licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike 4.0 International license – Author: Krzysztof Golik

Sofia Goggia. Si potrebbe riassumere soltanto con un nome ed un cognome la gara odierna di discesa libera femminile di St. Anton che ha il sapore di un autentico dominio da parte della nostra fuoriclasse bergamasca che tira fuori dal cilindro l’ennesima magia tale da incantare le nevi che calca sotto i suoi sci attraverso una delle migliori prestazioni ottenute nel corso di una carriera che aggiunge alla sua collezione una delle perle più lucenti.

Sofia studia per bene il tracciato nella prima parte di gara per poi scatenare tutti i suoi cavalli acquisendo una velocità superiore ai 130 orari nella parte centrale della discesa elvetica, e così facendo va a compiere un autentico capolavoro ricordandoci, ancora una volta, chi è la vera regina della velocità con addosso il tricolore del nostro paese. Già nella giornata di prova aveva evidenziato un grandissimo feeling con questa neve svizzera e lasciava presagire nella giornata di oggi un qualcosa di speciale ma, essendo che stiamo parlando di Sofia, ella ci ha stupito regalandoci davvero molto molto di più.

Per Sofia si tratta della seconda vittoria stagionale dopo il successo in Val d’Isére lo scorso 19 dicembre, la nona vittoria nel circuito intercontinentale, la sesta perla nella massima espressione veloce dello sci alpino per dei numeri importanti che hanno il sapore di una storia meravigliosa che, passo dopo passo, aggiunge dei nuovi colori all’arcobaleno che la stessa ha il dono di regalarci a ogni gara. Goggia precede sul podio Tamara Tippler a 96 centesimi (A testimonianza del solco scavato in vetta), ancora la Johnson che centra il terzo podio consecutivo alla casella numero 3 con un gap staccata di 1.04, poi quarta Ledcka a 1.10, e una meravigliosa Laura Pirovano che chiude le prime cinque a 1.15 arpionando il miglior risultato in carriera.

Domani si replica con la velocità con in programma un bel super-g e vedremo quelle che saranno le sensazioni delle nostre atlete, tuttavia però oggi ci godiamo l’ennesimo affresco che consacra ancora una volta la splendida Sofi tra le atlete più forti sulla faccia della terra. Semplicemente, unica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.