Privacy Policy Cookie Policy courchevel Archivi - Discesa Libera

Courchevel / Méribel 2023: già diffuso il calendario della prossima rassegna iridata di sci alpino

Le stagioni degli sport invernali sono terminate da poco meno di un mese, ma già è tempo di volgere lo sguardo al domani e infatti la FIS ha diramato il calendario della prossima rassegna iridata di sci alpino che si terrà nelle cornici di Courchevel e Méribel, in territorio francese, e che rappresenteranno nella prossima stagione il fiore all’occhiello assieme al circuito della Coppa del Mondo.

I titoli da assegnare saranno ben tredici dove, accanto alle prove classiche in settore tecnico e in settore veloce, vi sarà anche la presenza in trittico del parallelo: per dare più visibilità a questo format sempre spesso controverso, sono stati inserite la prova maschile, quella femminile, e il team event.

Quarta tornata per il vessillo francese per quello che riguarda i Campionati del Mondo di sci alpino, infatti in precedenza abbiamo ammirato gli atleti in questo format internazionale nel 1937 e 1962 a Chamonix, e nel 2009 a Val d’Isère. Ecco nel dettaglio il calendario completo dove si partirà con la combinata:

Lun. 06/02/23 – Meribel – Combinata femminile – ore 11.00
Mar. 07/02/23 – Courchevel – Combinata maschile – ore 11.00

Mer. 08/02/23 – Meribel – Supergigante femminile – ore 12.00
Gio. 09/02/23 – Courchevel – Supergigante maschile – ore 12.00

Sab. 11/02/23 – Meribel – Discesa femminile – ore 12.00
Dom. 12/02/23 – Courchevel – Discesa maschile – ore 12.00

Mar. 14/02/23 – Meribel – Parallelo maschile e femminile – ore 13.00
Mer. 15/02/23 – Meribel – Parallelo a squadre – ore 13.00

Gio. 16/02/23 – Meribel – Gigante femminile – ore 10.00
Ven. 17/02/23 – Courchevel – Gigante maschile – ore 10.00

Sab. 18/02/23 – Meribel – Slalom femminile – ore 10.00
Dom. 19/02/23 – Courchevel – Slalom maschile – ore 10.00

Mikaela Shiffrin per la quarta volta sulla vetta più alta dello sci alpino

I pronostici affermavano che presumibilmente le gare veloci di Courchevel Meribel avrebbero assegnato la Coppa del Mondo di sci alpino femminile e così è stato, in quanto Mikaela Shiffrin ha portato a casa la sfere generali 2021/22 al termine di un’annata dove lei è stata la più continua in assoluto dove la sagacia e la forza di volontà hanno fatto la differenza anche nei momenti più difficili.

Mikaela Shiffrin con la vittoria ieri in discesa e il secondo posto oggi in un super-g vinto da Mowinckel che torna alla vittoria dopo tanto tempo e dove la terza piazza viene arpionata da Gisin, fa tutta la differenza del mondo e approfittando del risultato attardato anche oggi di Vlhová centra il bersaglio grosso portandosi a casa la quarta generale della sua meravigliosa carriera dopo quelle del trittico 2017, 2018, e 2019. Una Shiffrin apparsa solidissima dopo l’appuntamento olimpico, che non si è lasciata di certo sminuire dalle critiche e anzi, sciando in questi due giorni in maniera sontuosa le mette a tacere sonoramente mettendo in evidenza ancora una volta chi sia la regina delle nevi.

Al maschile il re è ancora Kriechmayr il quale, in versione on fire, pone un back to back in spazio veloce e dopo il dominio di ieri in discesa libera fa suo anche il supergigante precedendo Marco Odermatt (+0″53), secondo, e Gino Caviezel (+0″75), che chiude il podio.

Her Majesty, is back

Photocredit: Rolandhino1

Con Petra Vlhová fuori nel corso della prima manche, con il primo errore di una stagione sin qui impeccabile a dir poco, ne approfittano le inseguitrici e a brillare della luce del proprio talento nel secondo slalom gigante di Courchevel rinviato a oggi causa le cattive condizioni meteo di ieri, è stata la performance di una straordinaria Mikaela Shiffrin la quale, tra tanta commozione alla fine, vince la gara numero 67 della sua carriera e raggiunge Re Marcel Hirscher.

Una vittoria meritata per Mikaela che finalmente può scrollarsi di dosso tantissimi problemi e pensieri derivanti dal più difficile dei periodi, a testimonianza che il duro lavoro e l’impegno pagano sempre e adesso è decisamente pronta a rilanciarsi in ottica Coppa del Mondo dove, tutto, è ancora decisamente da scrivere con la certezza che adesso anche la Regina delle nevi è decisamente tornata.

Shiffrin solidissima domina sia in prima che in seconda manche e porta a casa un trionfo che mancava da Bansko dello scorso 26 gennaio e centra il 98mo podio della sua carriera anticipando una incredibile Federica Brignone che, seppur quasi cadendo in seconda manche, recupera in modo pazzesco e chiude a 82 centesimi dalla statunitense con infinito rammarico perché si poteva portare a casa la vittoria; tanta sfortuna per Marta Bassino che aveva chiuso in seconda posizione la prima manche e cade nella seconda dove era abbondantemente in vantaggio sui battistrada, e consegna quindi il podio a Tessa Worley che torna nelle primissime posizioni dopo molto tempo accusando un gap di 1.09 a Shiffrin; chiudono le prime 5 Gisin a 1.20 e Liensberger a 1.54; circa le altre azzurre buona manche di Sofia Goggia al nono posto a 2.27, ed Elena Curtoni al 14mo posto a 2.27.

Il prossimo appuntamento con lo sci alpino sarà per venerdì prossimo alle 10:30 con la discesa libera femminile, la prima stagionale, in quel della Val d’Isére, mentre gli uomini alle 11:45 saranno impegnati nel supergigante della Val Gardena.

A Courchevel sprigiona il tuono della vittoria Federica Brignone

Brignone

La prima vittoria di Federica Brignone della stagione, l’11ma della sua carriera in Coppa del Mondo, è un capolavoro meraviglioso in quel di Courchevel dove in due manche di slalom gigante riesce a prevalere sulle avversarie tingendo d’azzurro il cielo transalpino.

Una gara meravigliosa della nostra atleta valdostana che nella seconda manche rimonta due posizioni e vince una gara eccezionale che le consente di accorciare a-165 da Mikaela Shiffrin oggi irriconoscibile alla piazza numero 17 e, allo stesso tempo, consolidare il secondo posto nella classifica generale da Rebensburg; una sciata fantastica e determinata sempre pulita e alla ricerca della velocità a testimonianza di un duro lavoro ottemperato da Federica e dal suo staff alla ricerca dell’ennesima eccellenza, un lavoro che sta dando dei frutti fantastici in questo primo scorcio di stagione.

Una gara voluta fortemente da Federica a Courchevel che mette in fila tutte le avversarie a partire da Holtmann vincitrice della prima frazione relegandola in seconda posizione a 4 centesimi, e Holdener a ben 44; peccato per Marta Bassino che aveva chiuso seconda nella prima frazione ma che non riesce a ripetere la prestazione chiudendo definitivamente in settima posizione; Sofia Goggia col pettorale 31 compie un’ottima seconda manche e finisce al 16mo posto rimontando ben 10 posizioni; infine Irene Curtoni chiude al 28mo posto.

Con un’Italia così, a Val d’Isere nel prossimo weekend, sognare è davvero lecito.

Sci Alpino: nello slalom donne a Courchevel Mikaela Shiffrin fa 50 vittorie in carriera

50 vittorie in carriera in Coppa del Mondo, 36 in slalom, 7 in stagione: questi sono i numeri impressionanti di Sua Maestà Mikaela Shiffrin che oggi a Courchevel fa doppietta e scrive ancora una volta la storia andando a conquistare l’ennesima vittoria che sa ulteriormente di conferma di un dominio tecnico (E non solo visto il Super-G…) incontrastato della statunitense che conferma di effettuare un altro sport.

La Vlhova gli aveva tenuto testa nella prima frazione, con quattro soli centesimi di ritardo, e volendo anche nella seconda, ma 29 centesimi di vantaggio per Mikaela han fatto la differenza relegando la slovacca ad un nuovo secondo posto alle spalle di quella che è oramai considerata a tutti gli effetti una autentica leggenda; terza un’ottima Frida Hansdotter a 37 centesimi.

Migliore delle italiane Chiara Costazza che chiude al nono posto, mentre chiude 14ma Irene Curtoni. Nel tecnico femminile, Italia purtroppo ancora molto lontana dal podio.

Sci Alpino: nel gigante femminile a Courchevel è la 49ma sinfonia di Mikaela Shiffrin a risuonare

Shiffrin

Non ce ne sta davvero per nessuno; Mikaela Shiffrin piazza la 49ma vittoria della sua carriera e conquista rimontando due posizioni rispetto alla prima manche anche il gigante di Courchevel in terra francese.

Shiffrin assolutamente senza rivali che aveva rinunciato alle gare in Val Gardena per concentrarsi sulle gare tecniche; fenomenale la sua interpretazione in seconda manche conducendo una seconda manche semplicemente perfetta totalmente differente rispetto alle sue avversarie stando sempre lontana dal palo guadagnando il tutto in velocità con un sprint finale assolutamente incredibile; si accontenta del secondo posto la Rebensburg che aveva vinto la prima frazione, dopo staccata dalla statunitense di 14 centesimi, mentre chiude terza la Worley a 33 completando il podio.

Chiude ai piedi dello stesso una sempre tenace Federica Brignone che guadagna ben sei posizioni e conclude al quarto posto a 45 centesimi di distacco dal fenomeno statunitense; una prova notevole che si traduce ancora una volta in un ottimo stato di forma della nostra valdostana oggi migliore delle italiane; circa le altre 14ma Marta Bassino e 26ma Francesca Marsaglia.

Appuntamento con lo sci alpino sarà ancora domani con lo slalom femminile sempre a Courchevel alle 10:30 per la prima manche e alle 13:30 per la seconda, e con quello maschile ma di scena in Italia a Madonna di Campiglio alle 15:45 per la prima manche e alle 18:45 per la seconda.