A St. Moritz brilla il fulmine di Sofia Goggia

Coppa del Mondo di sci alpino in salsa azzurra: e dopo lo strepitoso back-to-back canadese di una settimana fa in Canada con Federica Brignone, anche oggi non c’è stata minimamente storia in questa gara odierna di weekend svizzero veloce a St. Moritz che, finalmente, inaugura la stagione veloce dopo tantissimi rinvii e dove Sofia Goggia ha fatto valere la legge della più forte dominando letteralmente la gara di super-g e la pista elvetica facendo letteralmente il vuoto mettendo, per la 22ma volta in carriera nel massimo circuito intercontinentale di Coppa del Mondo, la legge della più forte.

Sofia interpreta al meglio la gara e dopo essersi assunta i suoi rischi nella parte iniziale dell’Engadina, scatena tutti i suoi cavalli sotto gli sci imprimendo un ritmo martellante centimetro dopo centimetro arrivando alla ovvia luce verde del traguardo che si traduce nell’ennesimo trionfo.

Sofia centra il successo chiudendo in 1’16”63 davanti a Cornelia Huetter che dista di 95 centesimi dalla nostra atleta bergamasca, mentre completa il podio la padrona di casa Lara Gut-Behrami con un distacco 1″02 che ha la consolazione di chiudere davanti a Shiffrin che chiude quarta. Chiude quinta Federica Brignone che paga un errore al salto del Rominger.

Per la Sofi nazionale si tratta della 23ma vittoria in carriera riprendendo proprio Brignone nel computo totale delle vittorie italiane in Coppa del Mondo di sci alpino dopo una settimana fa, in una pista dove già in passato le aveva regalato due soddisfazioni: nel 2019 proprio in questo segmento di gara, e lo scorso 17 dicembre in discesa libera. E sarà domani proprio la discesa la protagonista di giornata mentre domenica si chiuderà con un altro super-g.

Le premesse sono iniziate nel migliore dei modi, non serve altro che metterci comodi e gustarci uno spettacolo con le nostre campionesse azzurre pronte ancora una volta a stupirci e a farci sognare.

Il cielo è azzurro sopra St. Moritz, con Goggia e Brignone che illuminano il palcoscenico elvetico

Goggia

Le regine dello sci alpino italiano tornano ancora una volta protagoniste al termine di una gara pazzesca e si prendono la scena a St. Moritz nel supergigante andando a scrivere un’altra splendida pagina azzurra dello sci alpino in Coppa del Mondo.

Una meravigliosa Sofia Goggia precede di un solo centesimo un’altrettanto fantastica Federica Brignone, e torna al successo nella competizione intercontinentale con ik tempo di 1’12”96 illuminando un podio straordinario dove sale anche una fantastica Mikaela Shiffrin che chiude con un gap di 13 centesimi dalla vetta della fuoriclasse bergamasca.

Una gara sontuosa che dimostra ancora una volta la forza e la caparbietà della nostra Sofia che, ad un certo punto, si è sdraiata e toccando la neve ha perso il bastoncino sinistro che, per fortuna, non ha pregiudicato la sua meravigliosa prestazione che le vale il settimo successo di Coppa del Mondo, il primo stagionale dopo la trasferta oltreoceano che non le aveva regalato soddisfazioni.

Grande risultato, come detto, anche per Federica Brignone che si regala un altro podio dopo quello ottenuto in slalom gigante a Killington anche lì con una doppietta dietro Marta Bassino in quel frangente al primo successo in carriera a dimostrazione di uno stato di forma eccezionale che lascia presagire davvero una grande stagione anche per lei.

Più attardate le altre italiane con il 15mo posto di Elena Curtoni a 1”06, 17ma poi Francesca Marsaglia a 1”27, alla piazza 18 Marta Bassino a 1”5,1 24ma Nicol Delago a 1”86, e prende anche punti Laura Pirovano al 30mo posto a 2”15.

Il buongiorno, davvero, si vede dal mattino.